Riapertura Panificio Zacchini

La riapertura di un forno storico in una piccola realtà di campagna come Padulle di Sala Bolognese è una buona notizia da mettere in evidenza.

Hanno avuto il coraggio di riavviare il Panificio Zacchini, a pochi mesi dall’improvvisa scomparsa del titolare Paolo, due giovani della zona, che dopo anni di lavoro dipendente hanno deciso di fare il salto: Alessandro Lodi di Pieve di Cento e Yuri Pellicciardi di Santa Maria di Venezzano Mascarino, 41 anni il primo, 30 il secondo.

Alessandro, che viene da una famiglia di imprenditori, sin da ragazzo ha seguito la sua passione mettendo le mani in pasta prima come fornaio proprio da Zacchini, dove ha imparato i primi segreti del mestiere da Paolo, parente dal lato paterno. Poi come pasticciere, una professione che gli ha dato molta soddisfazione grazie a varie esperienze in aziende rinomate del settore. Yuri, fornaio e pasticciere da anni, viene da una famiglia di agricoltori e ha continuato la tradizione dei nonni materni occupandosi nel tempo libero di allevamento e coltivazione.

Insieme hanno accettato la sfida di proseguire la storia di un panificio che conta ben 82 anni di vita: crocette bolognesi, ventagli, schioppi, crescente, dolci tipici, per far tornare l’acquolina in bocca ai clienti, che hanno accolto con entusiasmo l’arrivo dei nuovi proprietari, coadiuvati in negozio da Sara, moglie di Alessandro, e dalla commessa storica Elena.

Questa squadra vuole continuare la tradizione ma anche innovare con altre ricette e produzioni, per incontrare nuovi gusti ed esigenze anche della clientela più giovane.